Blog

0
Vieste

Vieste è la nostra base di partenza per esplorare il Gargano e continuare la visita della Regione Puglia, iniziata con il Salento e le sue sagre. La città, situata proprio sull’estremità dello sperone d’Italia, è arroccata su un promontorio fortificato ed il suo faro domina il porticciolo turistico.

Vieste il faro del porto

Assieme a Peschici è il luogo più famoso della zona, sicuramente tra i due, è quello più grande. Da qui è possibile raggiungere le Tremiti,  con una traversata di due ore con le numerose compagnie navali, oppure rilassarsi al sole delle lunghe spiagge dorate che circondano Vieste.

Pizzomunno
Pizzomunno, Vieste

E’ possibile noleggiare un gommone direttamente al porto per esplorare la costa tra promontori e grotte, facendo bagni fantastici nelle numerose insenature raggiungibili solo dal mare.

gommone nel Gargano

Trekking nel Gargano, da Vieste a Peschici

La costa rocciosa, inframezzata da litorali sabbiosi, senza variazioni altimetriche di rilievo, si presta molto bene ad un trekking leggero. Noi abbiamo lasciato la macchina in prossimità della Baia di Sfinale , raggiungibile in appena 10 minuti dal centro di Vieste. Qui è possibile trovare delle aree parcheggio ed un facile accesso all’arenile, costeggiando i numerosi campeggi.

Torre di Sfinale, Vieste

I promontori sono dominati da torri di avvistamento risalenti al XV secolo, periodo in cui i pirati infestavano questi mari.

Trabucco
Trabucco, Vieste

Su altri promontori, invece, si trovano i Trabucchi, caratteristiche costruzioni lignee utilizzate ancora oggi per la pesca con le reti.

Trabucco la Punta, Gargano

Su altri promontori ancora è possibile trovare entrambi, alcuni dei quali utilizzati oggi come ristoranti di pesce dove godere dello stupendo tramonto a picco sul mare (noi abbiamo provato il Trabucco di Monte Pucci). Sul percorso si affacciano alcuni stabilimenti balneari dove è possibile ristorarsi, anche se consigliamo di portare dietro almeno una riserva di acqua per l’intero tragitto.

Baia Gusmai, Peschici
Baia Gusmay, Peschici

Per le immagini più suggestive del soggiorno vi rimandiamo QUI . Buona visione

0
Vieste
Vieste panorama all'alba
Vieste all’alba

Il Gargano è la nostra meta per quest’anno. Dopo aver visitato il Salento , questa volta ritorniamo in Puglia ma restiamo più a nord. Abbiamo ancora negli occhi la luce del cielo e l’azzurro del mare. In attesa che siano pronte le foto per illustrare il nostro giro nel Gargano, vi facciamo vedere una video sintesi.

Il panorama di Vieste è ripreso dal Residence Chiesiola, base per la nostra esplorazione del Gargano.

Panorami mozzafiato e mare cristallino

Spiaggia Zaiana

Balloon Girl Bansky
Balloon Girl, Bansky - Londra

Portobello Road è una delle strade più iconiche di Londra fin dagli anni ’60. Qui si svolge il mercato all’aperto più interessante e frizzante di tutta Europa.

Dall’antiquariato al vintage, il collezionismo passa da qua. Gallerie d’arte e venditori di frutta fresca, l’immancabile street food. La strada è lunga, ma è facile da raggiungere con i mezzi. I tre km sono molto divertenti da percorrere. Noi siamo già qui a Notting Hill e pertanto di prima mattina siamo già alla ricerca di qualcosa di originale da acquistare.Oltre allo shopping, abbiamo un altro obbiettivo.

Alla ricerca delle opere di Bansky

L’eclettico e sfuggente artista di Bristol che ha lasciato la sua arte in giro per la città di Londra e non solo.

La sua fama e bravura, oltre che il suo impegno politico, hanno decretato che la sua opera “Ballon Girl” sia stata dichiarata come la più amata di tutti i tempi dai britannici.

Balloon Girl Bansky
Balloon Girl, Bansky – Londra

La cosa è incredibile se si pensa che il sondaggio è di questa estate (2017), l’opera è stata realizzata nel 2002 ma è stata scoperta solo dopo alcuni anni perchè coperta da un’impalcatura. Ovviamente i prezzi delle riproduzioni “originali” hanno già quotazioni da capogiro. A Portobelllo si trova “the Painter”, letteralmente nascosto dietro un paio di bancarelle.

The Painter, Bansky – Londra Portobello Road

Ma non c’è solo Bansky. La street art qui è di casa. Vi sono molte gallerie d’arte che promuovono i propri artisti, con opere originali e riproduzioni, organizzando corsi e  workshop. Una delle tante è la Graffik Gallery che ospita anche artisti più “nostrani” come Clet, con i suoi famosi cartelli decorati.

Graffik Gallery, Portobello road Londra
Graffik Gallery, Portobello road – Londra

Insomma Portobello road non è rimasta agli anni ’60 ma è fortemente proiettata nel nuovo millennio dando spazio alle nuove forme d’arte.

L’ora di pranzo si avvicina e decidiamo di sfruttare la presenza di un food market internazionale per soddisfare la nostra pancia. L’orario del volo si avvicina e pertanto ripercorriamo in senso inverso Portobello road, non senza qualche difficoltà a causa della calca dei turisti. Il nostro mini tour di Londra è finito. Se vi è piaciuto vi invitiamo a mettere mi piace sulla pagina Facebook e seguirci sul nostro blog e, perché no, a contattarci per eventuali domande a cui saremo felici di rispondervi ! #followthebees

0

Lasciato il Millenium Bridge alle nostre spalle, saliamo fino alla St Paul Cathedral.St Paul Cathedral La cupola è grandiosa seconda solo a San Pietro e la facciata con la statua della regina Anna appare severa.Queen Ann statua L’accesso è a pagamento, decidiamo pertanto di continuare il nostro percorso sotto il sole. Sono solo 26°, ma per la media dei londinesi sono temperature equatoriali. Lungo Fleet Street si susseguono vecchie botteghe e palazzi moderni ed incontriamo anche l’originale double cab rosso, oggi trasformato in un rumoroso cabrio per turisti.

Double Cab anni '60
Double Cab anni ’60 – Londra

Di fronte al palazzo di giustizia decidiamo di scendere in una zona interna dove si affacciano gli uffici dei giudici. I giardini si susseguono e siamo attratti da alcune aiuole in particolare. Cavolo e rosmarino sono qui utilizzati come piante ornamentali. Singolare vero?

aiuola cavolo

Ritorniamo sulla strada principale e, incastonato tra due palazzi, troviamo il negozio della Twinings, rinomato marchio di te e tisane.

Twinings ingresso

Continuando a camminare, arriviamo così a Covend Garden.

Covent Garden Interno
Covent Garden Interno – Londrq

Covent Garden sapone profumato

L’antico mercato di piante e fiori oggi trasformato in una grande galleria commerciale dove tuttavia è possibile trovare piccoli artigiani e negozi incredibili come Benjamin Pollock’s Toyshop .

Benjamin Pollock's Toy Store
Benjamin Pollock’s Toy Store – Covent Garden

Il negozio, unico nel suo genere, vende il “gioco del teatro” ovvero piccolissime riproduzioni tridimensionali in carta di teatri e teatrini di tutti generi. Torniamo nel corpo centrale di Convent Garden dove si susseguono i banchi di artigiani ed artisti. Lasciamo questo luogo per arrivare in Trafalgar Square.

street art Trafalgar Square minion a Trafalgare Square

Di giorno questo luogo è affollato da molti turisti e qui si trovano numerosi artisti di strada, alcuni di essi impegnati in veri e propri concerti rock, altri che molto più semplicemente decidono di lasciare le proprie poesie sul selciato della piazza.

La giornata è stata intensa e, per abbreviare il tragitto di ritorno, sempre utilizzando la fida App CityMapper, decidiamo di utilizzare la Tube, la metropolitana di Londra.

Tube LondonUnderground Londra

Abbiamo usato la famosa oyster card, reperibile ad ogni stazione della metro. E’ una tessera ricaricabile magnetica che permette di utilizzare i trasporti pubblici di Londra (Bus Metro ed altro) sfruttando gli sconti previsti giornalmente per chi usa i mezzi pubblici in modo intensivo. Il giro di oggi ci ha portato dall’anno 2000 del Millenium Bridge al 1805 della battaglia di Trafalgar. Domani ci aspettano le atmosfere dei favolosi anni ’60!

0

Southwark negli ultimi anni sta diventando uno dei quartieri più cool di Londra.

South Wark – Londra

nel quartiere del Southwark, lontano dal Tamigi, non vi sono gli affollati locali turistici di Piccadilly Circus o parchi famosi, ma da quartiere operaio, grazie agli investimenti delle ultime amministrazioni comunali, si sta trasformando in meta turistica. Grazie alla nostra app, utilizzata il giorno precedente,  saliamo su uno dei bus double deck di linea per arrivare in prossimità di Bermondsey Square.

La piazza ospita un mercatino dell’antiquariato, uno dei tanti di Londra, ma sicuramente il più genuino. Imbocchiamo Bermondsey street e, tra negozi e piccoli locali alla moda, arriviamo ai piedi del nuovo grattacielo di Londra, The Shard , opera di Renzo Piano. Nonostante l’edificio sia stato inaugurato nel 2012, il quartiere è ancora in trasformazione. I cantieri per la nuova stazione di London Bridge sono animati più che mai e le gigantesche gru rosse si specchiano nel grattacielo.

Decidiamo di non salire in cima al grattacielo per ammirare il panorama, ma proseguiamo verso Borough Market.

Il mercato coperto di Londra, il giro del mondo dei sapori

Borough Market è il mercato coperto di generi alimentari dove tutti gli chef stellati che lavorano a Londra si riforniscono degli ingredienti freschi. Carne, formaggi, frutta, verdura e spezie di tutto il mondo la fanno da padrone  E’ possibile mangiare molti di questi prodotti preparati direttamente dai numerosi commercianti del mercato.

Dopo un hamburger con bacon & cheese, proseguiamo verso il Tamigi attraversando i vecchi docks dai quali sono stati ricavati numerosi locali alla moda affollati di turisti. Giungiamo di fronte al Tate Modern ed affrontiamo la traversata del Millenium Bridge.

Sorto in occasione delle celebrazioni dell’anno 2000, il ponte pedonale attraversa il Tamigi. Da qui è possibile ammirare il nuovo skyline di Londra. Il grattacielo Shard si contrappone alla City, lasciando allo spettatore decidere quale sia il migliore. Foto di rito, attraversiamo il Millenium Bridge e lasciamo Southwark in direzione della cattedrale di Saint Paul.

0

La sintesi del primo giorno a Londra! Se vuoi leggere il nostro racconto clicca Qui.

Ultimi Video

La sintesi del primo giorno a Londra! Se vuoi leggere il nostro racconto clicca Qui. https://youtu.be/t9SNJpXKF0I